Energia, incentivi per le imprese marchigiane

efficienza-energetica-risparmio-virtuoso

Sai cos’è l’efficientamento energetico? Prendiamo la definizione offerta da wikipedia sul proprio sito, alla voce “efficienza energetica”:

In ingegneria energetica il termine efficienza energetica indica la capacità di un sistema fisico di ottenere un dato risultato utilizzando meno energia rispetto ad altri sistemi detti a minor efficienza, aumentandone generalmente il rendimento e consentendo dunque un risparmio energetico ed una riduzione dei costi di esercizio

Questo vuol dire ottimizzare l’utilizzo dell’energia e individuare soluzioni che consentano una riduzione dei consumi e degli sprechi. Stiamo parlando di risparmio, sia economico, quindi meno spesa, che del pianeta: meno consumi, meno inquinamento. In due parole Risparmio Virtuoso.

Per la materia dell’efficientamento energetico offriamo un supporto tecnico, altamente professionale, indipendente ed oggettivo per la verifica dei consumi energetici del sistema aziendale.

Bando Energia per le imprese

Oggi vogliamo parlarti di una grande occasione per le Micro, Piccole, Medie Imprese (MPMI) che hanno sede o unità locale nel territorio delle Marche. Infatti la Regione Marche, il 29 gennaio scorso, ha approvato il bando Energia Por Fesr 14-20 Incentivi finalizzati alla riduzione dei consumi energetici e delle emissioni di gas climalteranti delle imprese e delle aree produttive compresa l’installazione di impianti di produzione di energia da fonte rinnovabile per l’autoconsumo, dando priorità alle tecnologie ad alta efficienza, dotandolo a livello finanziario di € 9.836.644,00.

Per le imprese marchigiane, le agevolazioni arrivano all’80%Le domande di accesso devono arrivare entro le 12 del 28 febbraio e noi di Risparmio Virtuoso possiamo seguire tutta la fase progettuale e la richiesta dell’agevolazione, basta contattarci chiamandoci al 0731/814693.

Leggiamo il bando Energia

Scopriamo più nel dettaglio il documento. Il bando Energia per le imprese finanzia con un contributo massimo del 80% dei costi ammissibili, vari tipi di intervento mirati a rendere energicamente più efficienti le sedi delle imprese:

  • isolamento termico di strutture orizzontali e verticali,
  • sostituzione di serramenti e infissi,
  • sostituzione di impianti di climatizzazione con impianti alimentati da caldaie a gas a condensazione o impianti alimentati da pompe di calore ad alta efficienza,
  • sostituzione di scaldacqua tradizionali con scaldacqua a pompa di calore o a collettore solare per produzione di acqua calda.
  • Installazione/modifiche di impianti ed attrezzature funzionali al contenimento dei consumi energetici nei cicli di lavorazione e/o di erogazione dei servizi.
  • Interventi di installazione, per sola finalità di autoconsumo, di impianti a fonte rinnovabile per la produzione e la distribuzione dell’energia termica ed elettrica all’interno dell’unità produttiva.

energia-risparmio-virtuoso

Destinatari

Come abbiamo scritto, possono partecipare le Micro, Piccole, Medie Imprese (MPMI) e Grandi Imprese (GI) ubicate nel territorio della Regione Marche. Possono presentare domanda le aziende che esercitano un’attività prevalente rientrante nei Codici ATECO ISTAT 2007.

In particolare:

B – Estrazione di minerali da cave e miniere;

C – Attività manifatturiere;

D – Fornitura di energia elettrica, gas, vapore e aria condizionata;

E – Fornitura di acqua; reti fognarie, attività di gestione dei rifiuti e risanamento;

G – Commercio all’ingrosso e al dettaglio;

F – Costruzioni;

H – Trasporto e magazzinaggio;

I – Attività dei servizi di alloggio e di ristorazione;

P – Istruzione.

Le agevolazioni

La domanda deve essere redatta esclusivamente on-line al sito Internet della Regione Marche e si considera presentata solo ed esclusivamente se inoltrata per via telematica sul sistema informatico sigef. Se ti affidi al nostro servizio, questa operazione la faremo noi al tuo posto.

L’agevolazione può coprire fino all’80% delle spese ritenute ammissibili e risulta così suddivisa:

Terminate le risorse stanziate per il fondo perduto, il finanziamento riguarderà solo il prestito agevolato a seconda delle risorse disponibili. Gli aiuti per la realizzazione dei progetti di investimento sono concessi ai sensi del Regolamento UE della Commissione del 18 dicembre 2013, n. 1407 “de minimis”.  Gli investimenti devono presentare un importo complessivo di spese ammissibili non inferiore a 20.000 € ed essere realizzati nel territorio delle Marche.

Interventi ammissibili

Il Bando Energia sostiene la progettazione e realizzazione dei seguenti investimenti, che devono essere compresi tra quelli suggeriti dalla diagnosi energetica (eseguita secondo le specifiche del D.Lgs.
102/2014) o previsti dal sistema di gestione dell’energia conforme alla norma ISO 50001:

  • interventi finalizzati all’aumento dell’efficienza energetica degli edifici nell’unità locale (rivestimenti; infissi, materiali per l’ecoedilizia, coibentazioni compatibili con i processi produttivi) che migliorino almeno di due classi energetiche la prestazione energetica di ogni singola unità immobiliare;
  • installazione/modifiche di impianti ed attrezzature funzionali al contenimento dei consumi energetici nei cicli di lavorazione e/o di erogazione dei servizi, tali da determinare un significativo risparmio annuo di energia primaria.
  • sostituzione puntuale di sistemi e componenti a bassa efficienza con altri a maggiore efficienza.
  • razionalizzazione, efficientamento e/o sostituzione dei sistemi di riscaldamento, condizionamento, alimentazione elettrica ed illuminazione anche impiegati nei cicli di lavorazione funzionali alla riduzione dei consumi energetici (ad esempio motori a basso consumo, sistemi per il monitoraggio/gestione dei consumi energetici, building automation, recupero di calore da processi da forno, rifasamento elettrico, ecc…).
  • installazione di impianti di cogenerazione ad alto rendimento la cui energia prodotta deve essere finalizzata solo per autoconsumo;
  • interventi di installazione, per sola finalità di autoconsumo, di impianti a fonte rinnovabile per la produzione e la distribuzione dell’energia termica ed elettrica all’interno dell’unità produttiva. Per gli impianti fotovoltaici, il dimensionamento dovrà essere effettuato con riferimento a documentati fabbisogni annuali della sede oggetto di intervento.

Spese ammissibili

Sono ammissibili esclusivamente le seguenti voci di costo al netto di IVA:

  • spese per investimenti materiali quali fornitura, installazione e posa in opera di impianti, macchinari, attrezzature, sistemi, materiali e componenti necessari alla realizzazione del progetto, spese per opere edili ed impiantistiche strettamente necessarie e connesse alla realizzazione al programma di investimento.
  • spese tecniche, nel limite del 10% delle spese ammissibili di cui al precedente punto.

Chiamaci

Contattaci allo 0731/814693, possiamo presentare insieme la domanda.

 

Comments are closed.