Conosci la tua carbon footprint?

Cos’è la carbon footprint?

Hai mai sentito parlare di carbon footprint? Prendiamo da Wikipedia il significato letterale: rappresenta l’emissione di gas ad effetto serra (CO2, CH4, Ossido nitroso N2O, Idrofluorocarburi HFCs, Perfluorocarburi PFCs e Esafloruro di zolfo SF6) attribuibile ad un prodotto, un’organizzazione o un individuo. Viene così misurato l’impatto che tali emissioni hanno sui cambiamenti climatici di origine antropica. La carbon footprint è espressa in termini di kg di CO2e (CO2 equivalente).

Come puoi leggere la carbon footprint che chiamiamo anche impronta di carbonio è la somma delle emissioni di gas che liberiamo con le nostre azioni. Fino ad oggi abbiamo sempre pensato che fosse una cosa relativa ad un prodotto, ovvero quante emissioni di gas ad effetto serra (GHG) vengono liberate lungo tutto il ciclo di vita del prodotto, dall’estrazione delle materie prime allo smaltimento finale del prodotto. Stessa cosa vale per le organizzazioni, quanto sono sostenibili con le loro attività?

emissioni-gas-risparmio-virtuoso

Fortunatamente negli ultimi decenni è cresciuta la consapevolezza delle persone di poter influenzare alcune logiche di mercato, ovvero chiedere prodotti e servizi a minor impatto ambientale possibile. I consumatori chiedono sempre più informazioni sulle emissioni di gas ad effetto serra dei prodotti che vogliono comprare e le aziende sono state spinte a soddisfare questa richiesta e a orientarsi verso un green consuming.

Noi di Risparmio Virtuoso vogliamo sapere se siamo “sostenibili” e così ci siamo calcolati (secondo standard internazionali quali la norma ISO 14064 sugli Inventari dei Gas Serra e il Regolamento della Commissione Europea sull’Impronta Ambientale dei Prodotti – PEF) la nostra impronta di carbonio.

Come si calcola la carbon footprint?

La carbon footprint è la somma di due componenti, il primario ed il secondario: il primario è derivante direttamente dalle emissioni di CO2 che dipendono dalle nostre azioni come i trasporti, il riscaldamento, l’aria condizionata, ecc.; il secondario deriva dalle emissioni prodotte dal ciclo di vita dei prodotti che usiamo quotidianamente.

Se vuoi provare a calcolare la tua impronta, clicca su questo link del portale Foot Print Network ed effettua il test che viene proposto agli utenti. Al termine delle domande viene decretata la propria impronta e vengono anche offerti alcuni consigli per diminuirla nella vita di tutti i giorni.

impronta-ecologica-risparmio-virtuoso

La nostra carbon footprint

Questo che segue invece è il nostro risultato. Ne abbiamo discusso poche settimane fa alla tavola rotonda alimentare Adaci, a Bologna. La carbon footprint di Risparmio virtuoso, risultato dell’analisi dei consumi per riscaldamento, trasporti, energia elettrica e carta (emissioni indirette) è pari a 35.514 kg CO2 e. per anno.

Cosa vuol dire? Intanto guarda questa tabella che mostra le attività che svolgiamo e le relative emissioni. Per fare degli esempi concreti, il valore di 35.514 relativo all’emissione di CO2 può essere compensata con un impianto fotovoltaico da 44 kW, piantando 1.184 piante da verde urbano o utilizzando mezzi pubblici per 8.108 viaggi o 5.500 viaggi con il car pooling (considerando tratte da 20 km).

Questo dato ci è molto utile perché ci fa conoscere l’impatto sul pianeta e ci permette di migliorare la nostra sostenibilità. In questo modo contribuiamo alla sfida di cui parlavamo due mesi fa in questo post su come fermare il cambiamento climatico. Da soli non possiamo salvare il pianeta, ma ci sono delle piccole azioni che possono diventare significative. Ancora una volta facciamo un esempio concreto che ci riguarda.

Cosa possiamo fare per migliorare la carbon footprint

Noi di Risparmio Virtuoso stiamo acquistando per i nostri clienti energia verde certificata prodotta al 100% da fonti rinnovabili. Costa, grazie all’intelligenza contrattuale data dall’aggregazione, lo stesso prezzo di quella originata da fonti fossili, ma ha un notevole risparmio sul consumo del pianeta. Il mix energetico composto al 60% da fonti fossili e il restante da rinnovabili ha un’emissione di 689 g CO2/Kwh, mentre quello derivante da fonti rinnovabili al 100% generano un’emissione di 63 g CO2/Kwh. Il rapporto è di 10 a 1. Nel 2016, noi di Risparmio Virtuoso abbiamo gestito 200.000.000 kWh di energia: con il mix nazionale avremmo avuto 137.800.000 kg di emissioni di CO2, invece ne abbiamo avute 12.520.000. Abbiamo evitato ben oltre 125.000 tonnellate di CO2, il che equivale al consumo di circa 20.000 automobili, a 4.000.000 di alberi piantati e 100 Km2 di foresta salvata.

energia-verde-certificata-risparmio-virtuoso

Be first to comment