Telefonia, agevolazioni per le popolazioni colpite dal terremoto

agevolazioni-telefono-terremoto

Terremoto, le agevolazioni dell’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni

Novità in vista per le popolazioni colpite dal terremoto del Centro Italia. Dopo le agevolazioni che vi abbiamo comunicato in questo post da parte dell’Autorità per l’energia elettrica, il gas e il sistema idrico, e proprio in questi giorni in cui l’Italia deve fare i conti con altre vittime come conseguenza del sisma che ha scosso l’isola di Ischia, ora arrivano anche quelle dell’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni, come da delibera N. 235/17/CONS.

Le agevolazioni sono valide per tutti i residenti della zona del cratere secondo il decreto legge n. 189 (i cui pagamenti sono stati sospesi ai sensi della delibera n. 66/17/CONS), e si estendono agli utenti residenti nei comuni di Teramo, Rieti, Ascoli Piceno, Macerata, Fabriano e Spoleto, che abbiano dichiarato l’inagibilità del fabbricato, casa di abitazione, studio professionale o azienda, nonché, su richiesta degli interessati, ai residenti in immobili distrutti o danneggiati ubicati in altri comuni delle Regioni interessate.

È passato quasi un anno, il 24 agosto 2016, dalla prima scossa di magnitudo 6.0 con epicentro nella Valle del Tronto, seguita da due potenti repliche, avvenute il 26 ottobre 2016 con epicentri al confine umbro-marchigiano, in provincia di Macerata, e quella del 30 ottobre di 6,5 della scala Richter (la più forte scossa di terremoto in Italia dal sisma dell’Irpinia nel 1980). Gravissimo il conto delle vittime: 299 morti. Ingenti sono stati i danni agli edifici residenziali, agli edifici pubblici, alle imprese, alle vie di comunicazione e ai beni culturali della zona e ancora oggi si discute sulla gestione dell’emergenza. Il primo passo sono le agevolazioni per i terremotati di Lazio, Abruzzo, Umbria e Marche.

Cosa ha previsto l’Agcom

Nella nota dell’Agcom si legge: “Per utenti e imprese titolari di servizi di rete fissa la cui abitazione o sede è agibile, l’Autorità ha disposto la rateizzazione dei pagamenti sospesi per i mesi di effettiva utilizzazione del servizio e lo storno delle fatture sospese per i mesi di mancata utilizzazione. Per gli utenti e imprese titolari di servizi di rete fissa, che hanno ancora abitazione o sede in condizioni di inagibilità, l’Autorità ha previsto lo storno delle fatture sospese per tutti i mesi in cui non hanno usufruito del servizio e la possibilità gratuita di recesso dal servizio o di trasloco della linea. Per gli utenti e imprese titolari di servizi di rete mobile, che hanno l’abitazione e sede inagibile, si prevede lo sconto, per sei mesi, del 50% della spesa sostenuta e l’erogazione di un bonus mensile di 1GB per il servizio dati.

I titolari di imprese possono, a prescindere dall’agibilità della sede, avvalersi, a scelta, di uno sconto del 50% sui servizi di rete fissa o mobile. Gli operatori, che già hanno spontaneamente offerto bonus e sconti alle popolazioni colpite, potranno farsi carico interamente o parzialmente dei costi delle agevolazioni. I costi non sostenuti saranno distribuiti sull’intera clientela (ad esclusione dei clienti terremotati, dei disabili e delle fasce a basso reddito), ricorrendo ad una maggiorazione una tantum, di entità peraltro quanto mai modesta, sulla quale l’Autorità vigilerà.

Gli operatori saranno ovviamente tenuti a fornire dettagliate informazioni agli utenti circa l’eventuale applicazione della maggiorazione.

Le agevolazioni hanno durata semestrale. A partire dalla data di pubblicazione della delibera sul sito web di Agcom, avvenuta il 13 luglio:

  • utenti ed imprese hanno 60 giorni di tempo per richiedere le agevolazioni, presentando la relativa documentazione;
  • gli operatori hanno 90 giorni di tempo per rendere disponibili le agevolazioni richieste”.

 

Risparmio Virtuoso a servizio di chi è stato colpito dal terremoto

Come è stato per le richieste delle agevolazioni all’Autorità per l’energia elettrica, il gas e il sistema idrico, Risparmio Virtuoso è a disposizione per sostenere le popolazioni e le imprese colpite dal terremoto, al fine di provvedere nei brevi tempi indicati alla domanda con la giusta documentazione da allegare. Contattaci qui oppure telefonicamente al numero 0731/814693.

Comuni sisma 24/08/2016 26 e 30/10/2016

Be first to comment